Introdurre cambiamenti in stanza

Nel corso dell’anno gli angoli delle stanze del nido e le classi della scuola dell’infanzia sono soggetti a possibili cambiamenti in base alle osservazioni delle educatrici/insegnanti rispetto all’evoluzione del gioco del/della bambino/a. Le modifiche proposte sono graduali ed in genere comportano un arricchimento del materiale già presente, in considerazione dell’opportunità di introdurre ulteriori variabili per far evolvere il gioco stesso.

Raccontiamo a tal proposito un cambiamento proposto in una stanza del nido.

Si è osservata la particolare piacevolezza, da parte di un gruppo di bambini/e, di entrare in relazione con materiali con cui sperimentare l’incastro, piuttosto che il gioco del dentro e fuori. Si è pensato di progettare un angolo specifico in cui lasciare a disposizione materiale di diverso genere, forma e dimensione.

Gli oggetti che l’educatrice ha predisposto suggeriscono possibili utilizzi, ma lasciano ampio margine a combinazioni differenti e a sperimentazioni in cui confrontarsi con la perseveranza, l’eventuale errore e la pluralità di scelte possibili.

La quantità del materiale introdotto dà modo a più di un/una bambino/a di approcciarsi contemporaneamente allo stesso. L’idea è di favorire una possibile condivisione o cooperazione. “Favorirla” non significa avere particolari aspettative sul fatto che venga agita, ma semplicemente creare le condizioni per cui si possa verificare.

L’ampliamento della proposta e la scelta di dedicare uno spazio specifico al materiale aggiunto è stata pensata in riferimento ad un gruppo specifico di bambini/e, ma si rileva interessante anche altri/e, i/le quali colgono la presenza di elementi di novità. Non si tratta semplicemente di una questione di infilo o di incastro, la bellezza di questo tipo di materiale è che attiva nella relazione con esso processi di apprendimento e di ricerca: osservare le caratteristiche di ciascun elemento, ritrovarsi a metterli in comparazione, verificarne le proprietà, ipotizzare possibili relazioni … e nel frattempo l’attenzione viene rapita dalla curiosità e da un forte interesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *